Il Dialetto/06 Piccolo vocabolario


Il Dialetto della nostra Provincia
Piccolo vocabolario

Questo piccolo vocabolario servirà ai visitatori del sito (specialmente quelli che non sono siciliani) per comprendere le parole del nostro dialetto. Le numerose voci elencate comprendono molti termini in siciliano (anche dispregiativi che sono segnati in rosso) affinchè chiunque scenderà a passare le vacanze in Provincia di Siracusa possa conoscere almeno qualche parola in dialetto; cliccate sulle lettere sottostanti per visualizzare il significato delle parole in modo rapido. Abbiamo inserito anche alcuni termini di tipo dispregiativo (segnati in rosso) per dare una più completa conoscenza del nostro dialetto. E' consigliabile non utilizzarli in presenza di altre persone.

A - B - C - D - E - F - G - I - L - M

N - O - P - Q - R - S - T - U - V - Z


Lettera A

  • A'gnuni = all'angolo
  • A munzeddu = in disordine
  • Abbabbaluccutu = istupidito
  • Abbaiari = abbaiare
  • Abballari = ballare
  • Abbannunatu = abbandonato
  • Abbissatu = rotto - abbassato
  • Abbitu i fagghia = vestito elegante
  • Abbivirari = innaffiare le piante
  • Abbiviratoiu = abbeveratoio per gli animali
  • Abbiviraturi = innaffiatoio
  • Abbiviratura = irrigazione dei campi
  • Abbrazzari = abbracciare
  • Abbruciari = bruciare
  • Abbruciatu = bruciato (può essere anche un termine dispregiativo)
  • Abbuddari = scontrarsi con due veicoli - bocciare a scuola
  • Abbuddatu = danneggiato - bocciato a scuola
  • Abbuffarisi = abbuffarsi - saziarsi
  • Abbulari = volare
  • Abbutari = voltarsi
  • Accanitu = fissato
  • Accattari = comprare
  • Accattuni = colui che cerca di sfruttare una persona facendo moine
  • Accetta = ascia
  • Accia = sedano
  • Acciuncari = recare un serio danno
  • Accura = esclamazione che significa "Stai attento"
  • Aceddu - Acieddu - Aucieddu = uccellino
  • A destra e manca - ri cà e ri dà - cabbanna e dabbanna = di qua di la
  • A ditta - A dritta = all'impiedi
  • Addannarisi = disperarsi - tormentarsi
  • Addannatu = disperato - tormentato
  • Addauru = alloro
  • Addevu = bimbo neonato
  • Addimurari = ritardare
  • Addinticari = afferrare
  • Addumannari = domandare
  • Addumari = accendere
  • Addummiscirisi = addormentarsi
  • Addummisciutu = addormentato - persona con il cervello dormiente
  • Addunatu = accorto
  • Affacciarisi = Affacciarsi
  • Affissatu = fissati (termine simile è "Antrippatu" o "Intrippatu")
  • Agghiastru = olivo selvatico
  • Agghiazzari = glassare
  • Agghigghiari = morire dal freddo
  • Agneddu = agnello. pecora
  • Agnunatu = persona nascosta in un posto angusto e poco conosciuto
  • Agnuni = Agnone Bagni (frazione di Augusta)
  • Agnunisi = abitanti di Agnone Bagni
  • Agghiunnari = diventare giorno
  • Aiu - Agghiu = ho (verbo avere)
  • Alivi - Aulivi = olive
  • Allaccaratu = secco
  • Allampari = prendere a fuoco
  • Allampatu = bruciato - imbambolato (in senso dispregiativo significa stupido)
  • Allattari = allattare
  • Allegghiu - Alleggiu = andare piano
  • Allestiti = sbrigati (un altro termine simile è "Aiositi")
  • (Aviri i capiddi) Alliccati ra vacca = avere i capelli lisciati con copiosa brillantina, lacca o gel
  • Allicchittiatu = vestito elegantemente
  • Alloppiu = oppio (infuso per dormire)
  • Alluppiatu = addormentato
  • Allustru = raggio di luce che illumina una determinata area
  • Ammacchiari - Ammacciari = rovinare
  • Ammaccatu = rotto (in senso dispregiativo "scemo")
  • Ammammatu = cocco di mamma
  • Ammarunatu = persona asociale che non esce quasi
  • Ammasatu = cretino, scemo
  • Ammatula = inutilmente
  • Ammazzarisi = ammazzarsi - litigarsi a vicenda
  • Ammiria = invidia
  • Ammiscamicci = persona invadente
  • Ammuccalapuni = persona troppo credulona
  • Ammuccari = mangiare - credere alle bugie, mangiarsi i soldi altrui
  • Ammuccatu = morso (significa anche "senza cervello")
  • Ammucciari = nascondere
  • Ammunari = affilare oggetti taglienti
  • Ammusciatu = depresso
  • Ammuttari = spingere
  • A moddu = in acqua
  • Amunì - Amuninni = andiamo
  • Anchi = gambe
  • Andura - Anduritta = poco tempo fa
  • Annacari = muoversi ondulatamente (termine con cui si indica anche l'atto sessuale)
  • Annacarisilla = perdere tempo inutilmente
  • Annacati = sbrigati
  • Anticchia - Anticcia = un po'
  • Anticchiedda - Anticciedda = un pochino
  • Apparagghiari = appiattire
  • Appenniri = appendere
  • Appizzari = appendere (perdere qualcosa di importante)
  • Appuiari = appoggiare
  • Aranatu - Ranatu = melograno
  • Aricunu = origano
  • Aricchi - Auricci = orecchie
  • Aricchini - Auriccini = orecchini
  • Aricchiuni = omosessuale
  • Ardiculi - Arduculi = ortiche
  • Armigghi = cianfrusaglie inutili
  • Aruci = dolce (ma si usa anche per indicare una persona sempliciotta, termini simili sono "Aruciazzu" e "Aruciongulu")
  • Aruci minnola = persona un po' ritardata
  • Arrappatu = grinzoso - secco
  • Arribbattutu = deficente
  • Arribbusciatu = persona molto libidinosa - maniaco
  • Arricriarsi = divertirsi
  • Arrifriddatu = raffreddato
  • Arrifriddatura = raffreddore
  • Arrimazzarisi = cadere malamente a terra
  • Arriminari = mescolare
  • Arrimmuttari = respingere in malo modo
  • Arripucciari = rinfacciare
  • Arruessa = alla rovescia, al contrario
  • Arrustiri = arrostire (l'espressione "Si p'arrustiri" è dispregiativa)
  • Arruccatu = attorcigliato
  • Assittarisi = sedersi
  • Assuppatu = inzuppato
  • Astutari = spegnere
  • Attaccari = attaccare - arrestare
  • Attacchigghiari = solleticare
  • Attia = espressione di richiamo che significa "tu"
  • Attuppari = acchiappare
  • Attruppicari = inciampare
  • Attrunzari = diventare rigido a causa del freddo
  • Augghia = ago (anche Aguglia)
  • Aula - Avula = nome siciliano di Avola
  • Aulisi - Avulisi = abitante di Avola - avolese
  • Ausu = vizio
  • Austa = nome siciliano di Augusta
  • Austanisi - Austanu - Austarisi = abitante di Augusta - augustano
  • Avà - Avaia = esclamazioni che significano pressappoco "La finisci?"
  • Aveva - Avìa = avevo (verbo avere)
  • Aveunu - Avieunu - Aviinu = avevano (verbo avere)
  • Aveutu - Avieutu - Aviitu - Aviivu = avevi - avevate (verbo avere)
  • Azzizzarisi = vestirsi elegantemente.

Torna su

Lettera B
  • Babbaleccu - Babbaluccu = balbuziente (si usa dire anche "Checcu")
  • Babbaniu - Babbuciu = una varietà di lumaca commestibile
  • Babbasunazzu = termine che si usa per indicare una persona "troppo" buona
  • Babbiari = scherzare
  • Babbiata = presa in giro - scemenza
  • Babbignu = persona che prova piacere a fare il cretino
  • Babbu = cretino, scemo
  • Baccajanni = persona grande di età ma piccola di cervello
  • Baccalaru = pesce (organo sessuale femminile)
  • Bacchittuni = nullafacente
  • Badda = palla
  • Baddi = palle (testicoli)
  • Baddottula = persona grassa
  • Balata = lastra di pietra
  • Balatuni = superficie del balcone - cornicione
  • Ballacchiarisi i soddi = spendere soldi inutilmente
  • Baracca = baracca
  • Baracchinu = ricetrasmittente - apparecchiatura radio
  • Basaricò = basilico
  • Bastadduni = cedro (attenzione, può essere anche un termine molto offensivo se rivolto ad una persona)
  • Beccamortu = becchino (meno comuni i termini "Urbitanti" e "Vorricamotti")
  • Beccu = maschio della capra - cornuto
  • Bedda - Beddu = bella - bello (nella zona meridionale della Provincia e a Palazzolo Acreide si usa dire "Biddiccio" o "Biddiccia")
  • Bestia = animale - persona esageratamente scema
  • Bevvederi = nome siciliano di Belvedere (meno comune Bedduvirriri) - belvedere panoramico
  • Bevvederisi = abitanti di Belvedere
  • Bilicu = bilancia per mezzi pesanti
  • Binirittu = benedetto
  • Bitumera = betoniera
  • Bizzocca = persona morbosamente attaccata alla chiesa, bigotta
  • Blè = blù
  • Blocchettu = mattone pieno
  • Bombulu = bombola del gas
  • Bona = donna "troppo" attraente
  • Bracieri = bracere
  • Bruculi = nome siciliano di Brucoli
  • Bruculisi - Bruculanu = abitante di Brucoli
  • Buatta = scatola in latta (un termine simile è "Lanna")
  • Bucali = brocca - caraffa
  • Bucchieri = nome siciliano di Buccheri
  • Bucchirisi = abitante di Buccheri - buccherese
  • Buddiccia = brufolo, foruncolo
  • Buffa = rospo
  • Buffetta = tavolino richiudibile
  • Bunaca = Giacca
  • Bunazzu - Bunazza = persona buona di carattere
  • Bumbuluni = serbatoio esterno di gas o acqua
  • Bumma = bomba - petardo - fuoco artificiale
  • Bummaru = colui che spara i fuochi d'artificio
  • Bummazza - pallonata
  • Bummiceddi - bombe di capodanno, petardi di piccolo calibro (altro termine simile è "Sparapalli")
  • Burdellaru - burdellara = colui/colei che frequenta i bordelli - persona che fa chiasso (il termine femminile significa anche "prostituta")
  • Burdellu = bordello - chiasso - rumore
  • Busciemi = nome siciliano di Buscemi
  • Buscimisi = abitante di Buscemi - buscemese
  • Buttiata = espressione con cui indirettamente si accusa una persona
  • Buttigghia = bottiglia
  • Buttana = prostituta
  • Buttuni = bottone

Torna su

Lettera C
  • Cà - Caja = qua
  • Cacafocu = persona che mette fretta o assilla pretendendo qualcosa in modo fastidioso
  • Cacareddu = diarrea
  • Cacazza = scorie della lavorazione dei metalli
  • Caccarazza = gazza - cornacchia (si può dire anche "Ciaula")
  • Caciollu - filone (anche persona piuttosto cretina; molto dispregiativo è il termine "Si n'caciollu misu a ditta")
  • Cacocciuli - Cacoccili - Cacuoccili = carciofi
  • Caddozzu - budello che forma la salsiccia
  • Caddu = callo (l'espressione "Chi caddu vuoi" è dispregiativa)
  • Cafisu = recipiente metallico in cui si deposita l'olio
  • Cafittera = caffettiera
  • Cafuddari = spingere (ma anche dare schiaffi)
  • Cafuni = cafone
  • Cagnolu = mascherone dei palazzi barocchi o liberty - persona irascibile quanto cretina
  • Calacausi = arachidi (altro termine utilizzato è "Nucidda Americana")
  • Calia - ceci abbrustoliti ("Fari Calia" indica anche il marinare le lezioni)
  • Caliari - arrostire
  • Caliarisi a scola = marinare la scuola
  • Caliaturi = arnese per abbrustolire
  • Campagnolu = contadino
  • Campàri = vivere
  • Campu = campo sportivo - stadio
  • Campusantu = cimitero
  • Camurria = noia
  • Camurriusu - Camurriusa = persona insistente
  • Canali = piccola condotta idrica
  • Canaluni = grondaia
  • Cani = cane
  • Canigghia = miglio
  • Canuzzu = cucciolo di cane
  • Cannaluari = festa di Carnevale - persona estremamente cretina
  • Cannameli = canna da zucchero
  • Cannarozzu = trachea
  • Cannavazzu = straccio
  • Cannata = piccolo recipiente in ceramica
  • Cannazzola = cerbottana (persona che essendo grande di età si comporta come un bambino)
  • Cannila = candela (il termine "Teniri - puttari a cannila" significa "fare il ruffiano o da palo ad una coppia di fidanzati)
  • Cannisciu - Canistru = canestro in vimini (da non confondere con il "Panaru")
  • Cannistraru = colui che intreccia i canestri
  • Cannizzu = sistema di pesca per le lambuche che consiste nel posizionare rami di palme secche e reti
  • Cannolu = cannolo
  • Cantaranu = comò
  • Cantunera = angolo di strada
  • Capiddi = capelli
  • Cappeddu = cappello
  • Cappillanu = prete di piccole chiese
  • Cappuliari = dare botte
  • Carcara - antica cava o fornace dove veniva prodotta la calce
  • Cardiddu = Cardellino
  • Carduni = stupido
  • Carina - Catina = schiena
  • Carlintini - Carruntini = nome siciliano di Carlentini
  • Carlintinisi - Carruntinisi = abitante di Carlentini - carlentinese
  • Carrabbineri = carabiniere - persona altezzosa che non fa altro che comandare in malo modo
  • Carragghiau = il maschio della gazza
  • Carramattu - rottame
  • Carravacchi - Culora = biscia
  • Carriarisi - trasferirsi in un'altra casa
  • Carriri - Cascari = cadere
  • Carriri - Cascari ro cori = cadere dal cuore - avere poca stima di chi ha fatto un torto
  • Carrozza = carro elegante trainato da cavalli - vagone del treno
  • Carrozzella = carro trainato da buoi o cavalli
  • Carrua - Carrui = carrubba - carrubbe
  • Carusu - Carusa = ragazzo - ragazza
  • Cartedda = porzione abbondante di un dolciume (usato anticamente assieme al termine "Lenza")
  • Cartilluni = cartellone pubblicitario
  • Cartini = medicinali in bustina
  • Cartocci = cartucce del fucile
  • Cassariarisi = confondersi
  • Cassarisi = abitante di Cassaro - cassarese
  • Cassaru - Cassuru = via principale di una città - nome siciliano di Cassaro
  • Cassata = dolce tipico siciliano (il termine "Cassatina" indica un dolce fritto avolese farcito con ricotta, cioccolata o crema, mentre "Cassatedda" indica una piccola Cassata oppure una focaccia farcita con ricotta dolce)
  • Cassibbili = nome siciliano di Cassibile
  • Cassibbilisi = abitante di Cassibile
  • Casciabbancu = cassapanca
  • Caterneru/a - Cuttigghiaru/a = individuo che trova gusto nel prendere in giro la gente dietro le loro spalle
  • Caterniari - Cuttigghiari = prendere in giro dietro le spalle
  • Caternu = pettegolezzo
  • Catina = Catena - Schiena
  • Catinazzu = catenaccio
  • Caucina = calce
  • Cauciu = calcio
  • Caurara = pentola per cuocere la ricotta
  • Cauraruni = pentola per cuocere la salsa
  • Causi = calzoni - pantaloni
  • Cava = burrone - cava iblea
  • Cavaddaru = fantino (in senso dispregiativo indica colui che è fissato con il giocare d'azzardo sulle corse dei cavalli)
  • Cavaddu = cavallo
  • Cavagna = recipiente in canna per riporre la ricotta fresca
  • Cavalieri = cavaliere - titolo nobiliare - persona nobile d'animo
  • Cavallacci = nullafacenti
  • Cavari i renti = levare i denti
  • Cavatu = bucato (si indica anche un formato di pasta casereccia chiamato anche con i nomi "Cavateddi" e "Cavatieddi")
  • Cavigghia = caviglia
  • Cavigghiuni = bamboccio
  • Cazzalora = bacinella
  • Cazzola = cazzuola dei muratori
  • Cazzuammattoriu = lamento - musica sgradevole (l'espressione "Si nu cazzuammattoriu" significa "sei un eterno lamento")
  • Cazzulatummula = capriola
  • Centufogghi - Centupeddi = la trippa che viene venduta in macelleria
  • Ceusu = gelso
  • Cella = cella del carcere (organo sessuale maschile)
  • Cella babba = ragazzo cretino
  • Cella motta = impotente
  • Cessu = gabinetto (i termini "Si n'cessu" o "Sta cosa è n'cessu" è piuttosto offensivo)
  • Checcu = balbuziente (indica anche una persona sempliciotta)
  • Chianari - Cianari (Acchianari - Accianari) = salire
  • Chianciminestra - Cianciminestra = persona che prima fa il danno poi si lamenta fastidiosamente su quello che ha fatto
  • Chianciri - Cianciri (Chiangiri - Ciangiri) = piangere
  • Chianu - Cianu = piano - spazio aperto
  • Chiantari - Ciantari = piantare (oppure dare una sberla)
  • Chiantatu - Ciantatu = persona robusta (anche persona lenta nel muoversi)
  • Chiappiri - Ciappiri = capperi
  • Chiattu - Ciattu = di spessore piatto
  • Chiazza - Ciazza = piazza
  • Chioviri - Cioviri = piovere
  • Chiovu - Ciovu = chiodo
  • Chiù - Ciù = più
  • Chiùi - Ciùi = ormai
  • Chiummu - Ciummu = piombo - pallotole
  • Chiuri - Ciuri = chiudi
  • Chiurriri - Ciurriri = chiudere
  • Chiusa - Ciusa = sbarramento idrico - un oggetto (il cui sostantivo è femminile) chiuso
  • Chiusu - Ciusu = un oggetto (il cui sostantivo e maschile) chiuso
  • Chiùssai - Ciùssai = ancora di più - più assai
  • Chiùppicca - Ciùppicca = ancora di meno - assai di meno
  • Ciaciau = scemo che parla a vanvera
  • Ciaccari = rompere
  • Ciacciaruni = chiaccherone
  • Ciancu = fianco
  • Ciaramedda = zampogna (organo sessuale maschile)
  • Ciaramira = tegola
  • Ciaula = corvo (anche capra)
  • Ciaurieddu = capretto
  • Ciauru = odore gradevole
  • Ciatatina = fiatone - respiro affannato
  • Ciatu = fiato - respiro
  • Cicala = cavalletta - cicala (anche organo sessuale maschile)
  • Cicala ri mari - Cicala zoccola = canocchia - cicala di mare
  • Cicaluni = uomo alto e goffo (in senso stretto cretino)
  • Cicireddu = piccolo pesce commestibile (l'espressione "Puttari a Cicireddu" significa portare un bimbo sulle spalle)
  • Ciciu = organo genitale femminile
  • Cicci = caramella (anche droga)
  • Ciccolatta = cioccolato
  • Cillitta = rubinetto esterno - fontanella
  • Cicidda = pene piccolo (in senso dispregiativo significa anche "pezzo di cretino")
  • Ciolla = organo genitale maschile
  • Ciollu = cretino
  • Cipudda = cipolla
  • Cipuddazza = petardo o fuoco d'artificio di forma sferica
  • Cirasa = ciliegia
  • Ciriveddu - Cirbieddu = cervello
  • Cirividdazzu = senza cervello - dal cervello malfunzionante
  • Citrolu = cetriolo
  • Ciuciallu = scemo - inconcludente
  • Ciumara = fiumara (fiume secco, altro termine simile è "Vadduni")
  • Ciumi = fiume
  • Ciuncu = ferito - infermo
  • Ciuraru = fioraio
  • Ciuri = fiore
  • Ciuriddia - Sciuriddia = nome siciliano di Floridia
  • Ciuddianu - Ciuriddianu - Sciurdianu = abitante di Floridia - floridiano
  • Ciusciari = soffiare
  • Ciuscialoru = ventaglio
  • Cocciu - Cuocciu = pezzo di ceramica
  • Coddu = collo
  • Coffa = mantella di lana pesante - copertura - secchio in plastica in cui viene riposto il "Conzu"
  • Conca = braciere - pozzanghera (per quest'ultimo termine si possono utilizzare le parole "Cuncuni" o "Puncuni")
  • Conzu = grande lenza con tanti ami utilizzata per la pesca di pesci più o meno grossi
  • Coppinu = mestolo
  • Coppu = colpo brusco (anche retino per pescare)
  • Coppula = il tipico cappello siciliano
  • Coppula ri iaddu, ri agneddu, ri minchia = esclamazioni dispregiative
  • Cori = cuore
  • Cozzu = rilievo montano posto tra due cave iblee - attaccatura del collo con la testa ("Fari u Cozzu" significa dare una manata scherzosa non troppo forte sul collo di chi si è appena tagliato i capelli)
  • Crapa = capra (il cucciolo della capra viene chiamato "U Ciaureddu")
  • Crastu = cornuto (il maschio della capra)
  • Crastuni = lumaca piuttosto grossa
  • Cravunaru - Craunaru = carbonaro - colui che fa il carbone
  • Cravuni - Crauni = carbone
  • Cresia - chiesa
  • Crirenza = credenza (il termine "A crirenza" significa fare credito)
  • Criropa - Pricochi - Sbeggi = albicocche
  • Cristianu = una qualsiasi persona
  • Criscenti = l'antico lievito preso dall'impasto lasciato inacidire e utilizzato per fare il pane o le focacce
  • Crivu = setaccio
  • Crozza - Caracozza = teschio umano
  • Cruvedda = cesta in cui si mettono le olive a spurgare
  • Cuccarisi = coricarsi - andare a dormire
  • Cucchiaredda - Cucciaredda = cucchiaino (il termine "Fari a Cucciaredda - Cucchiaredda" significa "storcere le labbra in caso di pianto")
  • Cucchiara - Cucciara = cucchiaio
  • Cucchiari = gufare - portare scarogna
  • Cuccu = Civetta - Gufo (persona che bonariamente augura sfortuna)
  • Cucuzza = zucca - testa pelata - testa vuota
  • Cucuzzuni = uomo dalla testa grossa che contiene un cervello piccolo - testa dura
  • Cuddura - Cudduredda = ciambella
  • Cudduruni = focaccia o pizza tipica della zona tra Melilli e Augusta (in alcune località a sud di Siracusa questa parola indica un pane duro e immangiabile) - fianchi sporgenti di una persona in sovrappeso
  • Cugnu = piccolo rilievo montano che si eleva da un altopiano
  • Cummigghiari = coprire (nascondere qualcosa)
  • Cummogghiu = coperchio
  • Cunigghiu = coniglio
  • Cuntinenti = continente (significa anche Italia del Nord o permomeno la parte dell'Italia attaccata all'Europa)
  • Cuntinintali = appartenente al "Continenti"
  • Cuntu = racconto
  • Cunzari = apparecchiare (il contrario è "Scunzari"), condire qualcosa di semplice con altri ingredienti (un esempio è "U Pani Cunzatu" con sale, olio e origano)
  • Cunziria = conceria
  • Cupetta = coperta
  • Cupittuni = ruota di macchina
  • Cuppitu = termine che indica una persona pazza
  • Cupputu = oggetto dal fondo profondo e circolare simile ad una coppa
  • Curnutu = cornuto
  • (Aviri u) Curpazzu = avere scatti di follia
  • Currìa = cintura - frusta
  • Curriri = correre
  • Cuteddu = coltello
  • Cuticchia - Cuticchiuni - Cuticciuni = pietra liscia (di fiume o di mare)
  • Cutiddata = coltellata
  • Cuttra = coperta di lana pesante
  • Cuttigghiu = cortile - fare pettegolezzi
  • Cuttuni = cotone
  • Cuttunina = scialle delle persone anziane

Torna su

Lettera D

  • Dà - Daja = là
  • Dammigiana = grosso vaso in vero in cui viene contenuto l'olio d'oliva
  • Dammusu = casa in pietra piuttosto bassa di origine araba - ripostiglio
  • D'arreri - R'arreri = dietro (anche "didietro" di una persona, l'espressione "Siri pigghiatu po r'arreri" significa "essere preso in giro pesantemente")
  • Dannusu - Dannificu = dannoso - persona che combina un sacco di guai
  • Da n'facci = di faccia
  • Dassupa - Dassutta = di sopra - di sotto
  • Difituzzu = piccolo difetto
  • Dijunu = digiuno
  • Diluviari - Dilluviari = piovere copiosamente
  • Dimannari - Dumannari = chiedere l'elemosina
  • Disariatu = mortificato
  • Ditturi - Dutturi = dottore
  • Docu = lì
  • Duci = dolce - persona dall'animo gentile - persona dall'aspetto fisico bello o simpatico
  • Duomu = chiesa grande - cattedrale

Torna su

Lettera E
  • Ebreu = ebreo
  • Effemminatu = omosessuale
  • Enimma = enigma - mistero - indovinello
  • Eriva = erba
  • Esiliu = esilio
  • Esilu = asilo
  • Estiru = straniero

Torna su

Lettera F
  • Facci = faccia (la parola "Facci" viene anche associata a termini dispregiativi es. "Facci i babbu")
  • Facciazza = brutta faccia (l'esclamazione "A facciazza tua!" è dispregiativa)
  • Facci i stagnu = persona estremamente sfacciata ma dall'animo buono
  • Facciolu = falso - ipocrita
  • Farsa - Farsata - Farsa napulitana = commedia troppo esagerata
  • Fasella - Piseddi - Puseddi = piselli
  • Fascetta = legnetto
  • Fasciatura = cerotto
  • Fasciddaru - Fascitraru = apicoltore
  • Fasciddi - Fascitri = alveari
  • Fasola = fagioli (l'espressione "Si n'fasola" significa "sei poco intelligente")
  • Fasulinu = fagiolino (l'espressione "Si fasulinu" significa "sei sciocco")
  • Fauci = falce
  • Fausuni = ascia, attrezzo per tagliare le piastrelle
  • Faviana = fava
  • Favaragghi = semi dell'albero di bagolaro usati per giocare
  • Favoccia - Buddiccia = brufolo
  • Fedda = fetta (con questa parola viene indicato anche l'organo sessuale femminile)
  • Firlisi - Firrisi = abitante di Ferla - ferlese
  • Fera = mercato
  • Ferra = nome siciliano di Ferla
  • Ferru = ferro - metallo
  • Fetu = puzza
  • Ficcari = incavare qualcosa nel terreno (anche atto sessuale)
  • Ficu = frutto del fico
  • Ficurinia - Ficupala = fico d'India
  • Fiddiari = tagliare - ferire una persona con un arma tagliente - accoltellare qualcuno - graffiare
  • Fiddiarisi - procurarsi dei graffi o con una caduta o mentre si lavora
  • Figghiari = partorire (in modo volgare se si rivolge al parto di una donna)
  • Figghiu = figlio
  • Filari = scorrere
  • Filu i ferru - Ferru filatu = filo di ferro
  • Fimmina = donna
  • Fimminaru = maniaco
  • Fimminazza = donna poco raccomandabile - donna prosperosa
  • Fimminedda = ragazzina
  • Fimminuna = grande donna (di corporatura e di cervello, ma può essere anche un brutto termine dispregiativo a seconda di come lo si pronuncia)
  • Finanzieri = esponente della guardia di finanza
  • Finocchiu - Finocciu = finocchio (ortaggio, oppure omosessuale)
  • Firraru = fabbro
  • Firriari = girare
  • Fissa = persona ingenua - organo sessuale femminile (la parola "Pigghiari pi fissa" significa prendere in giro)
  • Fissariata - Fissarìa = cosa inutile - cretinata
  • Fissatu = fissato - pazzo
  • Fissiarisilla = perdere tempo apposta
  • Fitenti = puzzolente - antipatico
  • Fitusu = antipatico
  • Focu = fuoco (l'esclamazione "Focu miu!" indica un avvenimento grave o strano)
  • Fora = fuori
  • Forasteri = forestieri - stranieri
  • Foru - Fuoru = furono (verbo essere)
  • Fracidu = marcio
  • Francufonti = nome siciliano di Francofonte
  • Francufuntisi = abitante di Francofonte - francofontese
  • Frasciami = erbaccia
  • Frateddu - Frati = fratello ("Frati" significa anche frate)
  • Frazzata = coperta o tovaglia piuttosto pesante
  • Frazzolu = travone - terminale di una lenza da pesca
  • Frevi = febbre (l'espressione "Aviri a frevi mangiuna" significa "far finta di stare malato per non svolgere un compito sgradito)
  • Friiri = friggere
  • Friscalettu - Frischittu - Fischittu = zufolo
  • Friscari - Fiscari = fischiare
  • Friscu = fresco (l'espressione "Statti friscu" significa "aspetta e spera...")
  • Friscura = frescura
  • Fritti = insetticida
  • Frociu = omosessuale
  • Frummentu = grano duro
  • Fucata - vampata - falò
  • Fucuni - Furnacella = barbecue
  • Fumeri = letame - disordine (l'espressione "Iri a fumeri" significa "andare in malora, rovinarsi")
  • Fummagghiaru = colui che fa e vende il formaggio
  • Fummagghiu - Fummaggiu = formaggio
  • Fummiculi = formiche
  • Fumiraru = colui che raccoglie il letame - persona disordinata
  • Fumatu = drogato
  • Funcia - Fungia = labbra - muso
  • Fungiu = fungo
  • Funnu = fondo (l'espressione "o funnu" significa "infondo", mentre "iri o funnu" significa camminare forte con un veicolo)
  • Funtana = fontana - sorgente sotterranea
  • Fuirisinni = scappare il più lontano possibile
  • Fuitina = scappatella amorosa
  • Fuiuti = due fidanzati che hanno fatto la "fuitina" - gente scappata per nascondersi - evasi
  • Furasteri = forestieri - turisti
  • Furchetta = forchetta
  • Furchittuni = forchettone
  • Furcuni = forcone
  • Futtiri = rubare (ma anche espletare l'atto sessuale)

Torna su

Lettera G
  • Gabella = tassa - affitto
  • Galletti = biscotti secchi
  • Gessuminu = gelsomino
  • Ghiarnu = pallido
  • Ghiarra - Giarra = giara - vaso per contenere l'olio
  • Ghiommurru - Rucchettu = gomitolo di lana
  • Ghebbia - Gebbia = grande cisterna idrica in cemento armato in grado di contenere molti litri d'acqua
  • Ghigghia = palpebre
  • Gilatu = gelato
  • Gilusu = geloso
  • Gioia = complimento riservato a fidanzati o parenti
  • Giuriziu = giudizio - intelligenza
  • Ghiuriziusu = giudizioso
  • Gnestu = lamento
  • Gnistusu = individuo che si lamenta sempre
  • Gnuppattri = padre
  • Gnuria = soprannome
  • Guantera = vassoio di cartone per alimenti (pizze, focacce, arancine o pasticcini)

Torna su

Lettera I
  • Iabbu = presa in giro indiretta
  • Iaddina = gallina
  • Iaddu = gallo
  • Iairu = aspro
  • Ianca = dente
  • Iancu = bianco
  • Ianiattini = nome siciliano di Canicattini Bagni
  • Ianiattinisi = abitante di Canicattini Bagni - canicattinese
  • Iappiri = ululare
  • Iardinaru = giardiniere
  • Iardinu = giardino
  • Iardiri = accendere il fuoco ("Iardiri u furnu" significa accendere il forno a legna)
  • Iarozzu = mestolo per la ricotta
  • Iarrusa = prostituta
  • Iarzuni = garzone
  • Iastimari - Gastimari = maledire - augurare del male a qualcuno
  • Iastimia = bestemmia - maledizione
  • (Fari) Iattifilippi - fare falsi complimenti
  • Iattaloru = porticina per fare entrare e uscire i gatti dalla casa
  • Iattareddu - Iattarieddu = cucciolo di gatto
  • Iattu = gatto
  • Iazzu - Lettu - Liettu = letto
  • Iemmulu = gemello
  • Ienniru = genero
  • Iettaiacqua = inconcludente - nullafacente - cretino
  • Ignissatu = ingessato
  • Iissu = gesso
  • Ilata = gelata
  • Impiantu = impianto elettrico
  • Immu = gobba
  • Immurutu = persona gobba
  • Impingirisi = incastrarsi e cadere in una sola volta
  • Incatarratu = avere la gola piena di catarro durante l'influenza
  • Inchianarisi = spingersi verso l'alto
  • Inchiri - Ingiri = riempire
  • Inchiutu - Ingiutu = riempito
  • Incucchiari - Incucciari = unire - mettere assieme qualcosa o qualcuno
  • Incubu = incubo
  • Inquietari = disturbare - approccio amichevole tra due ragazzi
  • Inquietaturi = dispettoso
  • Intrallazzu = grosso guaio
  • Intramizzari = dividere in due parti
  • Intrippari = confondere
  • Intrippatu = confuso - persona dalle idee confuse
  • Invugghiatu = invogliato - spinto a fare qualcosa
  • Iri = andare
  • Iri peri peri = andare di qua e di là
  • Irisinni = andarsene
  • Iornu = giorno
  • Ippuni = gilet
  • Ittarisi a moddu = tuffarsi in acqua
  • Iucaturi = giocatore d'azzardo
  • Iuculanu = giocoso
  • Iumenti = capi di bestiame
  • Iurnata = giornata di lavoro - paga
  • Iurnataru - Iurnatara = colui - colei che lavora a giornata

Torna su

Lettera L
  • Lampa = fiamma
  • Lampiari = lampeggiare - farsi notare in un determinato luogo
  • Lampiuni = lampione - faro 
  • Lanna = latta 
  • Lapa = ape - il cosiddetto "treruote" (ape piaggio) 
  • Lapardei = persone invadenti 
  • Lapazza = pezzo di legno - trave - mazza 
  • Lapuni = ape - vespa - calabrone 
  • Lapuni co culu virdi = lavoratore instancabile 
  • Larunchi - Rarunci = rane 
  • Lasagnaturi = mattarello 
  • Lasciuni = pialla 
  • Lassari stari - luvarici manu = lasciar perdere 
  • Lattera = Trappola per topi 
  • Lavannara - Lavannera = lavandaia 
  • Lavari = lavare 
  • Lavarisi = lavarsi
  • Lavarisi i manu = fregarsene
  • Lavurari = arare la terra 
  • Lavuraturi = lavoratore
  • Lazzariarisi = farsi male fino a sanguinare
  • Lazzata = canne o fascette di vimini legate tra loro 
  • Lazzu = corda - laccio - cappio 
  • Legghiu = leggero
  • Legghiri - Leggiri = leggere
  • Lesina = attrezzo dei calzolai
  • Lenti = occhiali
  • Lenza = filo per pescare - porzione di dolciumi (esempio "na lenza i cubbaita" cioè un pezzo di torrone)
  • Liccardei = ghiottonerie - cose buone da mangiare
  • Licchettu - Lucchettu = lucchetto
  • Liccu = goloso (significa anche "maniaco")
  • Liami - Lignami = legname
  • Ligari = legare
  • Ligatura = scongiuri fatti per evitare la sfortuna
  • Lignamaru = falegname
  • Lignati - Vastunati = legnate - bastonate (in senso generico botte)
  • Lignu - Ligna = legno - legna 
  • Limiunaru = colui che raccoglie i limoni in campagna
  • Limiuni - Lumiuni - Lumia = limone
  • Linguedda = ugola
  • Linguta - Linguacciuta = donna pettegola 
  • Lintini = nome siciliano di Lentini - lenti a contatto
  • Lintinisi = abitante di Lentini - lentinese
  • Linziari = graffiare
  • Lippu = muschio - muffa 
  • Lucanettu = fisarmonica 
  • Lupara - Scupetta = fucile
  • Luppina - lupini
  • Lupu = lupo - persona poco socievole (si usa dire anche "Lupignu")
  • Lurdia - Lurduneria = sporcizia
  • Lurdu = sporco - persona sessista

Torna su

Lettera M
  • Macari = magari
  • Maccarruni = persona scema anche se apparentemente grande di età
  • Machina = automobile
  • Machina ri lavari = lavatrice
  • Macchia - Maccia = erba selvatica - arbusto
  • Maccia 'Mpicalora = coda di volpe (erba selvatica che si attacca ai vestiti) - persona che quando comincia a parlare non se ne va
  • Mafia = organizzazione criminale - spocchiosità (il termine "Malatu ri Mafia" intende una persona che gioca a fare il mafioso pur essendo una persona inoffensiva)
  • Mafiusu = malvivente - spocchioso
  • Maidda = mobile che serviva per impastare il pane
  • Maiara = colei che fa la fattucchiera - maga - strega (è un brutto dispregiativo che significa "donna perfida")
  • Maiazzè = magazzino in cui si tenevano le cibarie
  • Maiscia = brava ragazza - moglie - maestra
  • Malabbidiu = disordine caotico
  • Malabbidiusu = persona disordinata
  • Malamagghia = esponente di una cattiva famiglia o esponente di una pericolosa organizzazione criminale (il sinonimo per quest'ultimo significato è "malaviventi")
  • Malucanazzu = persona molto cattiva
  • Mammillata = marmellata (il termine "Carricatu ri mammillata" indica gente che si crede superba ed altolocata rispetto ad altri)
  • Mammuru = marmo
  • Mancuniarisilla = perdere tempo inutilmente
  • Mangianza = espressione che indica un branco di pesci che mangiano (è usata per indicare anche gli sprechi della politica)
  • Mangiatu re cani = persona moto cattiva
  • Mangiatura = mangiatoia (l'espressione "Truvari - aviri a mangiatura vascia" significa "trovare un fidanzato/a, un amico/a o una famiglia ricca e usufruire in modo sproporzionato dei loro risparmi")
  • Mangialignati = persona che fa di tutto per provocare un litigio che degenera
  • Mangiuni = persona che mangia troppo - persona che si è "mangiato" soldi che non gli appartenevano
  • Mangiunizzu = parola che indica soldi sperperati o inutilmente o per arricchirsi alle spalle di altra gente
  • Maniata = un sacco di gente o di oggetti
  • Manipula = arnese che utilizzano i muratori
  • Manu ritta = mano destra
  • Manu manca = mano sinistra
  • Mappina = presina
  • Maravigghia = meraviglia - in modo scherzoso indica un oggetto insolito o un animale dal comportamento strano
  • Maravigghiusu = persona, oggetto o animale strano e non di bell'aspetto
  • Maritatu = sposato
  • Marucchinu = arabo, africano
  • Marunettu = dolce natalizio avolese (escremento in senso scherzoso)
  • Marranzanu = strumento musicale siciliano che emette un caratteristico suono metallico; esso viene utilizzato per ritmare le tarantelle
  • Marrugghiu = grosso bastone in cui vengono posti attrezzi agricoli (forcone, zappa, piccone ecc...)
  • Mascaratu = mascherato
  • Mascariata = esplosione di tanti fuochi pirotecnici in una volta (altro termine simile è "Sparapalliata")
  • Masciddi = mascelle - guance
  • Masciddata = schiaffo dato in piena faccia
  • Masculu = maschio
  • Mascuni = petardo - fuoco artificiale
  • Mastru = maestro, capo muratore (in senso scherzoso persona anziana o giovane che, sono bravi nei lavori di fatica anche se hanno una certa cultura poichè hanno studiato)
  • Matafuni = grossa pietra
  • Mazzacani = pietra piuttosto grossa
  • Mazzamemi = nome siciliano di Marzamemi
  • Mazzamisi = abitante di Marzamemi
  • Mazzati = serie di schiaffi
  • Mazzetta = tangente
  • Mazzola - Mazzolu = martello dei falegnami o dei muratori
  • 'Mbare - espressione che letteralmente significa "Me Cumpare" ma che è di richiamo a seconda di come si pronuncia
  • 'Mbrogghiu = imbroglio (la parola plurale significa anche "roba inutile")
  • 'Mbrugghiari = imbrogliare
  • 'Mbrugghiuni = imbroglione
  • Mennula = mandorla
  • Miccia = miccia dei petardi o dei fuochi artificiali
  • Miccu = miccia del lume ad olio o di una candela
  • Miliddi = nome siciliano di Melilli
  • Miliddisi = abitante di Melilli - melillese
  • Minchia - Mingia = organo genitale maschile - tipica esclamazione rabbiosa siciliana
  • Minchialenta - Mingialenta = termine piuttosto dispregiativo che significa "impotente" o "cretino"
  • Minchiataru = colui che dice sempre "Minchiate"
  • Minchiati - Mingiati = fesserie - bugie - azioni o parole sceme
  • Minchiuni - Minghiuni = termine che indica un vero e proprio cretino
  • Mingia ri mari = mollusco spugnoso dal veleno urticante simile a quello della medusa - persona estremamente scema
  • Minna = seno - mammella
  • Minnazzi = seni grossi
  • Minnola = biberon - ciuccio
  • Minutagghia = cose di poco conto - in senso scherzoso i centesimi rossi dell'euro
  • Minzalora = piccola botte per il vino
  • Minzanu = posto nel mezzo
  • Minzogni = menzogne
  • Minzugnieru = persona menzognera
  • 'Mmarazzi = vestiti
  • 'Mmuarra - 'Mmuarri = armadio
  • Mocculu - Morbu = mucosa nasale
  • Morriri = morire
  • Mottu = morto (l'espressione "Mottu i cent'anni" indica una persona particolarmente stanca dopo una giornata impegnativa)
  • 'Mpanata = teglia in cui si cuociono le impanate
  • 'Mpinnata = tettoia
  • 'Mpuparisi = vestirsi elegantemente
  • Muccaturi = fazzoletto
  • Muddica = mollica del pane - pangrattato
  • Muddicuni = la membrana spugnosa che avvolge gli agrumi
  • Muddura = nebbia - umidità
  • Mulingiana - Milingiana = melanzana
  • Mulinu = mulino in cui si macina il grano
  • Mulu - Mula = mulo - mula (l'espressione "Fari u mulu" significa lavorare pesantemente, invece il termine "Mula" può anche indicare una bella donna in maniera irriverente
  • Muluni - Miluni = melone - anguria
  • Mumiddu = piccolo uomo - persona bassa
  • Mummuriari = mormorare - lamentarsi
  • Munnizza = immondizia - spazzatura
  • Munnizzaru = spazzino
  • Muntarozzu = collinetta, dosso
  • Munzeddu = mucchio - disordine
  • Murassiccu - Vignali - Muragghiu = muro a secco costruito pietra su pietra (è poco utilizzato il termine "Muraccottu" )
  • Muratura = mestiere svolto dai muratori
  • Muraturi o Mastru muraturi = muratore
  • Murruni = germoglio - spuntone
  • Muscaloru = ammazzamosche
  • Muscagnu - Muschigghiuni - Muscuni = mosche
  • Muschitta = moscerino - zanzara
  • Mustazza = baffi
  • Mustazzolu = dolce natalizio
  • Muttaru = mortaio - oggetto per schiacciare la frutta
  • Mutangulu = persona che si isola non parlando con nessuno
  • Mutu = persona che non parla per vari tipi di cause
  • Muturi = motore - moto di grossa cilindrata
  • Muturinu = motociclo - vespa - motorino per pompare l'acqua
  • Muturdu = persona poco amichevole
  • Muttatella = mortadella
  • Muttidda = mirto

Torna su

Lettera N

  • Naca = altalena - culla
  • Naca a 'bbentu - Naca a 'bbientu - Naca a 'bbuolu = culla sospesa
  • Nanfarusu - chi parla con voce nasale
  • Nanfira - voce di chi è raffreddato
  • Nappa = contenitore circolare
  • Nasca = naso
  • Naschiari - ciaurari = odorare
  • 'Ncagnatu = arrabbiato
  • 'Ncaparrari = dare la caparra (paga)
  • 'Ncastagnari = abbrustolire - scoprire qualcuno nel momento in cui compie una cattiva azione
  • 'Ncattivata = donna rimasta vedova
  • 'Nchiappatu - 'Nciappatu = goffo - cretino - leso di cervello
  • 'Ncipriarisi = truccarsi con la cipria
  • Nenti = niente
  • Neruvu = nerbo - frustino
  • Nesciri - Scìri = uscire
  • 'Ngagghiari = incastrare
  • 'Ngagghiu = gancio - molletta per stendere gli indumenti
  • 'Ngannusu = imbroglione
  • 'Nginagghia = inguine
  • 'Ngiuria = soprannome
  • 'Nguènguè = verso con cui si imita il pianto dei neonati
  • 'Ngrasciatu = sporco - maniaco
  • Nicu = piccolo
  • Nicuzzu - Nicuzza = vezzeggiativo utilizzato dai fidanzati oppure per indicare bambini o cuccioli (per gli oggetti il termine esatto è "Nicareddu")
  • Ninniemu - Ninnicalamu = ce ne andiamo
  • Nisciemu - Sciemu = usciamo
  • Nivi = neve
  • Nivinagghia = indovinello
  • Niulatu = cielo nuvoloso
  • Notu - Nuotu = nome siciliano di Noto
  • Noticianu - Nuticianu = abitante di Noto - netino (questi due termini indicano anche una specie di lucertola)
  • 'Nsaccari = mettere nel sacco
  • 'Nsalatera = recipiente con cui servire la verdura
  • 'Nsignarisi = imparare qualcosa
  • 'Nsirragghiatu = stretto fortemente
  • 'Ntabbaccari = affibbiare roba di poco valore - ricevere un rimprovero o un'offesa senza reagire
  • 'Ntagghiu = pietra di forma squadrata
  • 'Ntamatu = persona sempliciotta e cretina allo stesso tempo
  • 'Ntillardu = imbastitura a punti lunghi
  • 'Ntisa = udito
  • 'Ntopiu = termine avolese che indica una persona a sua insaputa deficente
  • 'Ntrunatu = sordo - persona avente il cervello poco funzionante
  • 'Ntuppateddi - Intuppateddi = una specie di lumache di dimensioni medie
  • 'Ntuppatu - Intuppatu = tappato
  • Nuatri - Nuautri - Niautri - Nui = Noi
  • Nuci = noce (l'espressione "Nuci ro coddu" indica la prima vertebra della spina dorsale su cui si appoggia il cranio sia umano sia animale)
  • Nucidda = noccioline (altri termini sono "Nucidda amiricana" e "Calacausi")
  • Nuddu = nessuno
  • Nunnata - Muccu = avannotti (larve) di pesce
  • Nuvidduni = persona inesperta
  • 'Nzalora = azzeruola (una specie di mela selvatica)
  • 'Nzareddu - Zavareddu = fascetta o bigliettino di carta colorata posta dentro dei mortai e sparata all'aria in occasione dell'inizio di una Processione
  • 'Nzimulari = guadagnare soldi e metterli di lato

Torna su

Lettera O
  • Occhiu - Occiu = occhio
  • Ogghiu = olio
  • Ogghiu ri mari = medusa
  • Operazioni = intervento chirurgico
  • Orariu = orario
  • Oriu = orzo
  • Oriunnu = originario - oriundo
  • Orbu = cieco
  • Ossa = scheletro
  • Ossupizziddu = malleolo
  • Ova = uova (l'espressione "Nun ci rumpiri l'ova" è molto dispregiativa, mentre un'altra espressione che dice "Stai rintra a cozza ri l'ova" significa arrivare ad una certa età e non essere in grado di vivere la vita per conto prorpio)
  • Ovununnatu = uomo imperfetto - bamboccione
  • Ozza = gozzo degli uccelli

Torna su

Lettera P
  • Pacatu - Pacata = persona calma
  • Pacchiu = organo genitale femminile (le espressioni "Pacchiu i to soru - i to matri" sono molto dispregiative),
  • Pachinu = nome siciliano di Pachino
  • Pachinisi = abitante di Pachino - pachinese
  • Paci = pace
  • Paci ri l'angili = estrema tranqullità
  • Pacienzia = pazienza
  • Pacinziusu - Pacinziusa = persona paziente
  • Pagghia = paglia
  • Pagghialora - Pagghiaru = pagliaio - fienile
  • Pagghiazza - Pagghiazzuni = strofinaccio
  • Paesaggiu = paesaggio - quadro raffigurante un paesaggio
  • Paiari = pagare
  • Paisanu = persona proveniente dai paesi di provincia
  • Paisazzu = brutto posto
  • Paisi = paese - città
  • Pala = arnese agricolo - attrezzo ospedaliero che serve per far andare di corpo i malati che non si possono muovere (il termine "Pala ri ficurinia" indica la pianta del fico d'India)
  • Palazzolu - Palazzuolu = nome siciliano di Palazzolo Acreide
  • Palazzulisi = abitante di Palazzolo Acreide - palazzolese
  • Palittuni = paletta per raccogliere l'immondizia
  • Palumma = colomba
  • Palluni = pallone - gioco del calcio
  • Pallunaru/a = persona che si vanta dicendo fesserie
  • Pammu = palmo della mano - antica unità di misura
  • Pampina = foglia
  • Pampina ri pararisu = persona molto buona d'animo
  • Panararu = chi intreccia e vende i cosiddetti "Panari"
  • Panarizzu = malattia delle dita - giradito
  • Panaru = cesta molto grande in vimini in cui vengono posti i frutti appena raccolti - sedere di donna molto prosperoso
  • Panazzu - pane che per la lunga lievitazione è diventato immangiabile
  • Panetteria - Furnu = panificio
  • Pani = pane
  • Panitteri = panettiere
  • Panuzzeddu = pane tondo - panino
  • Pannedda = panno che serve per coprire qualcosa
  • Pannizzu = panno sporco
  • Panza - Vaddera = pancia
  • Panza i canigghia = persona inutile e cretina
  • Panzuni - Baddusu - Vaddarusu = uomo grasso
  • Papalei = scintille o frammenti di legna o carta bruciata provenienti da un focolare sollevate in aria
  • Paparedda = paperella
  • Papariari = spadroneggiare
  • Papiri = papere, oche, cigni
  • Pappaiaddu = pappagallo - arnese medico utilizzato per far orinarare i malati immobilizzati in un letto - persona che importuna le donne (un termine simile è "Farfalluni")
  • Pappaiola = prostituta
  • Pappapani = scarafaggio (si dice anche "Modda" ad Avola e "Cialuchedda" a Noto)
  • Papula = vescica
  • Paracqua = ombrello
  • Paraocci = Paraocchi
  • Pararisi a botta = rispondere a tono ad un insulto o ad un'offesa
  • Parauni = paragone
  • Paraventu = riparo utilizzato per evitare correnti d'aria
  • Parmentu - Palmentu = palmento - luogo in cui si pesta l'uva
  • Parrina - Parrinu = donna o uomo che accompagna un bambino o un ragazzo al battesimo o alla cresima; i familiari dei "Parrini" diverranno così "Compari" del bimbo (o ragazzo che sia) e della sua famiglia - il termine "Parrinu" significa anche prete
  • Parrinara = donna che frequenta sempre una chiesa e tratta sempre con i preti sull'organizzazione di un evento parrocchiale (il termine "Bizzocca" ha un significato più o meno simile)
  • Parrucchianu/a - Parruccianu/a = uomo o donna che frequenta sempre una chiesa o uno stesso luogo
  • Parrucchinu = riporto di capelli
  • Passaloru = apertura tra una siepe ed un'altra
  • Passiata = passeggiata (a piedi o su di un qualsiasi veicolo)
  • Passuli = uva passa
  • Passuluni = persona grande di età ma maldestra come un bimbo piccolo oppure bamboccia
  • Pastuca = pistacchio
  • Pastuni = mangime per pollame - pastura per pescare
  • Patatuni = persona imbecille
  • Patronu - Patrona = santo patrono
  • Patruni = padrone
  • Pattualla = varietà di arancia (significa anche testicolo)
  • Peddi = pelle
  • Peddiri = perdere
  • Pellella = striscia di pelle ubicata tra il corpo e la parte iniziale delle zampe anteriori degli animali domestici (in genere cani e gatti)
  • Pennula = insieme di più frutti (in genere grappoli di uva) posti in un ramo
  • Pessichi - Nuci Peschi - Sbe= pesche
  • Pessu = perso (significa anche malvivente o cretino irrecuperabile)
  • Pessu ra casa = persona che compie azioni cattive malgrado provenga da una famiglia educata - persona esagerata in quello che fa - maleducato
  • Petra = pietra
  • Petrusinu - Pitrusinu - Piddusinu = prezzemolo
  • Pettu = petto
  • Pettu ri scappa = suola
  • Pettu rossu para baddi = persona che si crede chissà chi con le parole con la consapevolezza di non essere quello che dice di essere
  • Piattera = credenza
  • Picca = poco
  • Picciottu - Picciotta = ragazzo o ragazza di età piuttosto giovane
  • Picciriddu - Picciridda = bambino - bambina
  • Picciusu = fastidioso (indica anche una persona fastidiosa)
  • Piciolla = organo sessuale in rosolinese
  • Picuni = piccone (indica anche una persona assillante)
  • Picuraru = pastore (indica anche una persona incivile)
  • Picurinu = formaggio pecorino
  • Picuruni = termine dispregiativo che insulta chi in gruppo segue una moda senza una logica
  • Piddizzuni = pidocchio dei volatili (può significare anche organo sessuale femminile)
  • Piddottula = donnola
  • Pidduzza = organo sessuale dei neonati (offensivo se detto ad un adulto)
  • Pigghiari = prendere
  • Pignata = padella
  • Pignataru = stagnino
  • Pila = lavandino di pietra in cui si lavavano stoviglie e vestiti
  • Pilu = pelo (indica popolanamente anche una grande concentrazione di ragazze)
  • Pilliri = eccessiva quantità di vestiti
  • Pillirini = gente poco educata
  • Pilocca = peli - pulviscolo
  • Pilucca = parrucca
  • Pilucchera = parrucchiera di una volta
  • Pinzeddu = pennello
  • Pipi = peperoni
  • Pipiolu - Pipaiolu - Pipicornu = peperoncino
  • Piraiaggi = nome siciliano di Pedagaggi
  • Piraiaggisi = abitante di Pedagaggi
  • Pirainu = pera selvatica
  • Piretta = clistere
  • Piritiarisi = scorreggiarsi
  • Piritera = pallone che emette un rumore simile ad uno peto
  • Piritera spunnata = persona che emette tanti peti
  • Piritu = peto
  • Piru = pera
  • Pirucchi - Pirucci = pidocchi che attaccano gli animali domestici e l'uomo
  • Pirucchiusu - Pirucciusu = persona contagiata dai pidocchi - tirchio
  • Pirrera = cava di pietra
  • Piscaturi = pescatore
  • Piscarìa = pescheria
  • Pisciaru = pescivendolo
  • Pisci = pesce
  • Piscirovu = frittata
  • Pitarru = zoticone - asociale
  • Pittusu - Puttusu = buco
  • Pitittu = appetito - avere un desiderio
  • Pittura = vernice - mestiere svolto dall'imbianchino
  • Pitturi = imbianchino
  • Piula = civetta - persona che porta sfortuna
  • Pizzaiolu = colui che fa le pizze
  • Pizzaru = colui che vende pezzi di ricambio prendendoli da macchine demolite
  • Pizzu = angolo - spigolo - scoglio - tassa imposta dai mafiosi
  • Pizzuddu = pezzetto
  • Pollu = pollo - uomo pauroso
  • Porcu = maiale - persona sporca - maniaco
  • Portupalu = nome siciliano di Portopalo di Capo Passero
  • Portupalisi = abitante di Portopalo di Capo Passero - portopalese
  • Pospiri = fiammiferi
  • Praia = spiaggia
  • Preiti sulu = persona che non condivide le sue emozoni con altra gente - asociale
  • Preiu - Preggiu = gioia
  • Prescia = fretta
  • Priatu = contento
  • Priolu = nome siciliano di Priolo Gargallo
  • Priulazzu = polvere
  • Priulisi = abitante di Priolo Gargallo - priolese
  • Proiri = passare un oggetto ad una persona che lo richiede (esempio "ma proiri stu pizzuddu ri pani?")
  • Prunu = prugna - susina
  • Puddastru = pollastro - castrato
  • Puddicinu = pulcino
  • Puddicinella = colui o colei che fa o dice cretinate in pubblico
  • Puliticanti = politico - chi parla troppo esponendosi in modo ridicolo
  • Pulitu = pulito
  • Puma = mela
  • Pummaroru = pomodoro
  • Puppu = polpo - omosessuale (altro termine simile è "Calamaro")
  • Putia = negozio di alimenti - salumeria
  • Putiaru - Putiara = salumiere - salumiera
  • Putru = puledro
  • Puttuni - Putticatu = portone - porticato
  • Puttruna = poltrona - divano
  • Puttruniari = oziare

Torna su

Lettera Q
  • Quagghia = quaglia
  • Quagghiari = coagulare
  • Quagghiu = latte
  • Quartara - Quattara = brocca - vaso di creta in cui si riponeva l'acqua
  • Quarteri - Quatteri = quartiere di una città
  • Quatteriotu = persona villana che abita nei quartieri popolari di un paese
  • Quartiari = dividere in quattro parti
  • Quartinu = un quarto di un oggetto
  • Quartucciu = antica unità di misura per misurare i liquidi
  • Quattirinu = quadretto
  • Quattrocchi = persona che non leva mai gli occhiali

Torna su

Lettera R
  • Raccamari = ricamare
  • Raccamu = ricamo
  • Raccumannari = raccomandare qualcuno
  • Raccumannatu = persona incapace di svolgere un lavoro, ma esente da licenziamento perchè "raccomandata" da un politico o da un cosiddetto "pezzo grosso"
  • Raccumannazioni = la cosiddetta "carta" scritta da un politico o da un "Pezzo grosso" per avere un lavoro remunerativo a loro parenti 8capaci o incapaci di lavorare) a discapito di gente che ha per davvero bisogno di poter lavorare
  • Racina = uva
  • Raffia = cordicella di plastica che serve per piccoli imballaggi
  • Ragghiuni = ragione
  • Raggiuneri = ragioniere (in senso scherzoso significa "gabinetto")
  • Raia = razza (pesce) - bella ragazza
  • Raisi = capo dei pescatori
  • Ramazza = scopa di paglia
  • Rancidu = acido
  • Rancurusu = persona lamentosa
  • Ranni = grande
  • Rannuli = chicchi di grandine
  • Rannulu = oleandro
  • Rapatanu = persona sguaiata e rozza
  • Rapìri = aprire
  • Rara = grata di ferro
  • Rarica = radici
  • Raricuni = radici profonde degli alberi (l'espressione "Fari i Raricuni" significa "stare sempre nello stesso posto da tanto tempo, questa espressione viene usata anche per i politici attaccati da decenni alle loro poltrone)
  • Raririsi = farsi la barba
  • Rascuni = graffio
  • Rasolu = rasoio
  • Rasteddu = rastrello
  • Rasuiata = rasoiata - taglio
  • Rattarura - Lattarura = grattugia
  • Rattedda = piccola faccenda
  • Razzina = specie - razza
  • Reficu = bordo - orlo delle impanate
  • Renniri = restituire
  • Renniri cuntu = dare conto a qualcuno
  • Resca = lisca del pesce
  • Retini = finimenti del cavallo
  • Retipuntu - Ratapuntu = cucitura fatta o a mano o con la macchina da cucire
  • Ricagnulu = filo d'olio che sporca la faccia o il braccio di chi mangia
  • Ricivuta = ricevuta - fattura
  • Ricuttaru = colui che produce la ricotta
  • Rifutatizzu = colui che viene rifiutato da tutti
  • Rina = sabbia
  • Rinalera = comodino
  • Rinali = vaso da notte in ceramica (quello di latta veniva chiamato "Mattula")
  • Rinocchiu - Rinocciu = ginocchio
  • Rinninuni = rondine - rondone
  • Ripizzari = aggiustare alla meglio e buona
  • Risaccari = scuotere per fare spazio
  • Risfizii = molestie più o meno gravi
  • Rispunnera - Rispustera = persona che ha sempre la risposta pronta
  • Rissapitu - Scipitu = alimento insipido
  • Ristuccia = stoppia della paglia
  • Ritagghia = pezzo di stoffa che rimane ai sarti dopo aver confezionato un abito
  • Ritella = retino abrasivo
  • Rivugghiri = bollire
  • Rizzagghiu = rete da lancio
  • Robbaiaddini = ladro di galline (indica anche un finto pezzente, espressione simile è "Robbalatru")
  • Rosamarinu = rosmarino
  • Rosula = gelone, vescica
  • Rovesciari = vomitare
  • Rovesciu = vomito
  • Rucettula - Scuppiuni = lucertola
  • Rucchidduzzu = piccolo gomitolo di cotone
  • Rugnusu = rognoso - sporco - persona avara o cattiva
  • Runfari - Runfuliari = ronfare
  • Rusalinaru - Rusulinisi = abitante di Rosolini - rosolinese
  • Rusalini = nome siciliano di Rosolini
  • Ruscianu = dal colorito rosso - rubicondo
  • Russali = rozzo
  • Ruta = rucola
  • Rutta = grotta
  • Ruvettu = rovo
  • Ruzzuliarisi = lamentarsi di continuo a bassa voce

Torna su

Lettera S
  • S'abbinirica = saluto dato alle persone anziane
  • Sabbari = conservare
  • Saccata - Fraccata = un sacco di cose (il termine "Fraccata o Saccata ri lignati" indica una grande quantità di botte promesse ad un a persona)
  • Sacchetta = tasca (il termine "Ungiarisi i sacchetti" significa essersi rotto le scatole)
  • Sacchiteddu = piccolo sacco
  • Sacchittata = un sacco di oggetti - quel che può stare in una tasca
  • Saia = percorso d'acqua incanalata
  • Saimi - Saimmi = sugna - grasso animale per friggere
  • Salamarigghiu - Salmarigghiu - Salmurigghiu - Sammurigghiu = condimento per pesci arrostiti a base di olio caldo e origano
  • Salami = salame
  • Sampugna = zampogna - piccolo strumento musicale fatto dai ragazzi con l'erba
  • Sampalisi - Sampaulisi - Solarinisi = abitante di Solarino - solarinese
  • San Paulu i Solarinu - Solarinu = nomi siciliani di Solarino
  • Santiari = dire parolacce - bestemmiare
  • Santina - Santuzza = immaginetta che raffigura alcuni Santi
  • Sappiddizza = cappello rotondo
  • Sapunettu - Sapuni i casa = sapone fatto in casa
  • Sarausa - Sirausa = nome siciliano di Siracusa
  • Sarausanu - Sirausanu = abitante di Siracusa - siracusano
  • Sarciri = rammendare
  • Sassa = salsa di pomodoro - l'espressione "Fari a sassa" significa "ingigantire una questione (lite)"
  • Sattanìa = un tipo di padella
  • Sbacantari = svuotare
  • Sbadigghiu = sbadiglio (si dice anche "Maragghiu")
  • Sbattiri = battere
  • Sbattirisinni = fregarsene
  • Sbindàta = bevanda gassosa evaporata (donna poco raccomandabile)
  • Sbintuliari = sventolare (si dica anche "Ciusciari")
  • Sbintulìu = sventolio ( si dice anche "Ciuscìu")
  • Sbirru = termine che indica i poliziotti (ma anche chi fa la spia)
  • Sbommucu = luogo in cui viene scaricata la fognatura
  • Sbracciatu = abito scollato
  • Sbrinziari = schizzare acqua
  • Sbria - Sbrini = tavola rettangolare utilizzata per impastare il pane
  • Sbriugnatu = svergognato (il termine "Svergognato" o "Svergognata" è molto offensivo)
  • Scaccaniari = ridere a crepapelle
  • Scaccari = sputare
  • Scaccu - Scaccata = sputo
  • Scafazzari - Scazzari = schiacciare - mangiare come un porco
  • Scaffiatu = scaffale
  • Scaffarutu - Scaffirutu = scaduto - persona inutile
  • Scagghia = le squame dei pesci
  • Scagghiatu = sganciato
  • Scagghiola = mangime dei canarini
  • Scagghiuni = denti sporgenti - incisivi (ad Augusta è un termine offensivo che indica una persona molto deficente)
  • Scagghiunutu = persona con i denti abbastanza sporgenti
  • Scagnu = scrivania
  • Scaliari = cercare
  • Scalunata = gradinata
  • Scaluni = gradino
  • Scampari = smettere di piovere
  • Scampuliddu = scappatella amorosa - rapporto occasionale
  • Scampulu = rimasuglio di un pezzo di tessuto - tempo libero
  • Scanaturi = spianatoia
  • Scantarisi = spaventarsi
  • Scantatu = spaventato
  • Scantu = spavento
  • Scantusu = persona paurosa o timida
  • Scapiddatu = spettinato
  • Scappari = scappare via
  • Scappatu i casa = persona poco raccomandabile
  • Scapricciarisi = togliersi un capriccio
  • Scarcagnatu = offesa verso i "pezzenti" (un altro termine simile è "Scausunazzu")
  • Scariri = scadere
  • Scarparu = calzolaio
  • Scarpillinu = scalpellino - scultore
  • Scarsu = scarso - buono a nulla
  • Scassari = rompere - dare fastidio
  • Scattafizzi = molestie fastidiose
  • Scattiari = arrabbiarsi
  • Scattiatu = arrabbiato - persona pazza
  • Scattiolu = persona che si arrabbia facilmente
  • Scattusu = dispettoso - rabbioso
  • Scausu = scalzo
  • Sceccu = asino ("Sciccareddu" significa "asinello") - studente che non ha voglia di studiare - persona poco intelligente
  • Sceri = barcone da pesca
  • Schettu - Schetta = persona celibe
  • Scialarisi = divertirsi o rilassarsi in modo piacevole
  • Sciallina - Mantali = scialle nero utilizzato anticamente dalle donne per coprirsi il capo in chiesa
  • Sciancatu = zoppo (detto in modo offensivo)
  • Sciarra = litigio
  • Sciarriatu = litigato
  • Sciarrinu = persona irascibile e facilmente litigiosa
  • Sciavaratu = persona che ama fare danni
  • Sciatula ammatula = tipica esclamazione rabbiosa avolese
  • Scivula = scivolo per i bambini
  • Scicchignu = persona poco intelligente
  • Sciddicari = scivolare - cadere
  • Scilatu = avere i muscoli indolenziti - avere un arto slogato
  • Sciluccatu - Sciruccatu = stanco - oggetto o cibo preso di umidità - persona oziosa
  • Scimmiuni = persona goffa e rozza
  • Scimunitu = il classico "scemo"
  • Scinniri - Calari = scendere
  • Sciogghiri = sciogliere
  • Scippari = strappare - rubare
  • Scippari lignati = ricevere mazzate
  • Sciurtinisi - Sciuttinisi - Surtinisi = nome siciliano di Sortino
  • Sciurtinu - Sciuttinu - Sortinu = nome siciliano di Sortino
  • Scocca = fiocco
  • Scoccia = buccia (il termine "Ca scoccia" riferito ad una persona per esempio "Sirausanu, avulisi, nuticianu ecc.. ca scoccia" indica una persona fortemente legata al suo paese)
  • Scrusciu - Scusciu = rumore
  • Scucciari = dividere
  • Scucivulu = persona poco amichevole - ateo
  • Scuccuzzarisi = cadere a terra e sbattere la testa violentemente
  • Sculetta - Scupetta = schioppo - fucile
  • Scumalora = schiumarola
  • Scumazza = schiuma
  • Scummighiari = scoprire
  • Scunchiurutu - Scungiurutu = cosa o persona inutile - individuo inconcludente - persona "strana"
  • Scuncicari = molestare
  • Scuntrinu = scontrino
  • Scunzumari = consumare qualcosa inutilmente
  • Scupa = scopa
  • Scupitta = spazzola di seta per i vestiti
  • Scupittata = fucilata
  • Scuppulari - Scuppuliari = dare percosse sul capo - fare cose sconce
  • Scurari = tramontare
  • Scurdari = dimenticare
  • Scuffizziu = scorpione
  • Scussuni = serpente (in generale)
  • Scuzzania = tartaruga
  • Sdillabbrari = allargare esageratamente un indumento
  • Sdirrubbarisi = cadere a terra
  • Sdivacari = svuotare
  • Seggia - Segghia = sedia
  • Serra = sega
  • Sfaddari = sperperare
  • Sfarduni - Sfraguni = sciupone
  • Sfasatu = pazzo
  • Sfasulatu = poveraccio
  • Sibbizza = pulizie di casa
  • Sicca = luogo poco profondo posto in mezzo al mare, dove i pescatori calano le reti
  • Sicchiu - Sicciu = secchio
  • Siccia = seppia
  • Siccu = secco - magro
  • Siddiarisi = arrabbiarsi
  • Simenza - Simenta = semi di zucca salati - sementi
  • Sigghiaru - Siddaru = colui che fa e vende le sedie
  • Singaliari = prendere di mira
  • Sirraculu = seghetto
  • Sirruni = grossa sega
  • Soru = sorella (l'esclamazione "Statti soru!" significa "Statti calmo!")
  • Spacchiusu - Sparagghiatu = persona o oggetto molto divertente (espressione molto utilizzata dai giovani per indicare una cosa di loro gradimento)
  • Sparagnari = risparmiare
  • Sparagnu = risparmio
  • Sparrari = sparlare da dietro
  • Spicciari = sbucciare
  • Spicciarisi = sbrigarsi
  • Spicchiu - Spicciu = buccia - spicchio degli agrumi
  • Spiddi = spiriti maligni, fantasmi
  • Sputazza = saliva
  • Squaratu - Scauratu = sudato - preso dal caldo
  • Squasi = espressione che significa "in verità"
  • Sterna = cisterna sotterranea
  • Sticchiu - Sticciu = organo genitale femminile (l'espressione "Sticciu i to soru - i to matri" è molto dispregiativa)
  • Sticchiusu/a - Sticciusu/a = persona esageratamente piagnucolona (si dice anche "Chianciciunnu")
  • Stigghi = arnesi da lavoro
  • Stipu - Stipettu = credenza - sportello
  • Stivala - Stuvala = stivale
  • Stizziari = piovigginare
  • Strammatu = storto
  • Stricari = strofinare qualcosa - flirtare pesantemente
  • Struppiarisi = farsi male
  • Stuiari = pulire
  • Stuppagghiara = grave offesa verso una donna
  • Stuppagghiu = tappo
  • Stuppari = stappare
  • Sucarru = sigaro
  • Succiu = topo
  • Sucu - Broru = sugo - brodo
  • Surfareddu = zolfanello (piastrina per allontanare le zanzare) - persona rabbiosa - bambino troppo vivace
  • Susutu = alzato

Torna su

Lettera T
  • Tabballinu = tamburello siciliano - cimbalo
  • Tabbutu = bara - tomba
  • Tacchia = macchia
  • Taddarita = pipistrello
  • Tagghiari = tagliare
  • Taliari = guardare
  • Tannitta - Tennitti = lastra di terracotta che ricopre il tetto - onduline - l'eternit (amianto)
  • Tannura = cucina a legna
  • Tappinara = donna poco raccomandabile - prostituta
  • Tappini = pantofole invernali
  • Tappini co itu = termine volgare che significa "infradito"
  • Tanfu = fetore
  • Tartagghiari = balbettare
  • Tartarinu - Tattarinu = termine siracusano che significa "cafone, tamarro"
  • Tascu = berretto simile alla "Coppola"
  • Tasseddu = incisione che si pratica nelle angurie per vedere se sono rosse o no
  • Tavulatu = soppalco
  • Tavuleri = piano di legno che serve per appoggiare le gambe
  • Tencia = pesce d'acqua dolce - tinca
  • Testa caura = ribelle
  • Testa r'agneddu = cosa o persona inutile
  • Testa ri minchia = persona particolarmente odiosa e cretina
  • Testa ri cippu = testone - testa dura
  • Testu = tegame in coccio
  • Tettu mottu = solaio
  • Tianu = tegame
  • Tilliri = erpice per appiattire il terreno
  • Tigna = testa pelata
  • Tignusu = pelato (in senso dispregiativo)
  • Timbulata - Timbuluni - Tumbulata - Tumbuluni = schiaffo piuttosto forte (con la parola "Tumbuluni" viene scherzosamente indicato anche il tabellone principale della Tombola)
  • Tilaru = telaio
  • Timpa = costone roccioso o scoglio
  • Tingiri = pitturare
  • Tingiutu = pitturato
  • Tintu = cattivo
  • Tiranti = bretella - struttura in metallo
  • Tisu - Tisa = persona sana
  • Tostu = duro
  • Trappitu = luogo in cui si macinano le olive - frantoio
  • Trasiri = entrare
  • Traversa = strada secondaria
  • Trazzera = strada di campagna, mulattiera
  • Trimmulina = verme di mare usato per la pesca
  • Trippa - Rassu = grasso
  • Trippari = ballare goffamente
  • Trumma = tromba
  • Trummuni = trombone
  • Trunzu = frutto troppo secco - ramo secco - escremento
  • Truscia = fagotto - ammasso di indumenti
  • Tubaturi = impianto idrico o fognario
  • Tucculiari = bussare alla porta
  • Tumbuluni - Tumbulata - Timbuluni - Timbulata = schiaffone
  • Tumminu = ettaro di terreno
  • Tuppu = coda - capelli raccolti - vecchia acconciatura in cui i capelli venivano legati fino a formare un "fungo"
  • Turacciu = tappo (si dice anche "Stuppagghiu")
  • Turdu = tordo
  • Tutuni = colombaccio

Torna su

Lettera U

  • Ucca = bocca
  • Ucca lamma = bocca dello stomaco
  • Uccazzaru = persona che parla troppo e inutilmente
  • Ucceri = macellaio
  • Ucciata = sguardo, occhiata - specie di pesce
  • Ucciatura = malocchio
  • Uccula = orecchino grosso e pesante - anello che veniva posto nel naso dei bovini
  • Uccuni = boccone - mollusco simile alla lumaca di mare
  • Ugna = unghia
  • Ummìra = ombra
  • Unnedda = gonna
  • Unni = dove
  • Unzireddu = piccola brocca
  • Urtulanu = fruttivendolo
  • Uruvu = cascata, rapida di un fiume
  • Ustinatu = ostinato - testardo
  • Usureri = usuraio - tirchio
  • Uttava = ottava - otto giorni dopo il giorno di festa consacrato ad un "Santo Patrono"
  • Uzza = borsa

Torna su

Lettera V
  • Vacabunnu = vagabondo
  • Vacca = mucca
  • Vaddia = termine con cui vengono chiamate le forze dell'ordine (soprattutto i vigili urbani)
  • Vadduni = vallone
  • Vaiana = fava fresca - baccello (si dice anche "Faviana")
  • Vanchiteddu = banco
  • Vanedda - Vinedda = vicolo
  • Vanniari - Banniari = gridare - il gridare dei venditori ambulanti
  • Vara = cassa da morto - fercolo sopra cui viene posta l'immagine (statua) di un "Santo"
  • Varba = Barba
  • Varrili = barile
  • Vasari = baciare
  • Vasaru = colui che fa i vasi i terracotta - ceramista
  • Vascedda = contenitore per la ricotta
  • Vasceddu = veliero
  • Vasciu = basso
  • Vastasu = maleducato
  • Vastedda = focaccia - pagnotta piuttosto grossa
  • Vastunata = bastonata
  • Vastuni = bastone
  • Vastuniari = bastonare
  • Vattiari = battezzare
  • Vattiatu i ruminica = scimunito di quelli irrecuperabili
  • Vavaluci - Favaluci = lumachina
  • Vaviarisi = sbavarsi
  • Vavugghia = bava
  • Vavusu = bavoso
  • Vecchiu/a - Vecciu/a = anziano/a - oggetto ormai vecchio
  • Vettuli = bisacce (anche testicoli)
  • Vicchiareddu/a - Vicciareddu/a = vecchietto/a
  • Viddanu = villano - rozzo (in senso dispregiativo indica anche chi viene dalle grandi città o paesi)
  • Viddicu = ombelico
  • Vilenu = veleno
  • Vilinusu = velenoso - persona molto cattiva
  • Villutu = velluto
  • Vinedda = vicoletto
  • Vinnigna - Vindigna = vendemmia
  • Virazzu = braccio
  • Virimiceddi = spaghetti
  • Virrìa = verga - frusta lunga
  • Visina = biscia - serpe velenosa - vipera
  • Viteddu - Vitieddu = vitello - persona sviluppata fisicamente ma no mentalmente
  • Vivìri = bere
  • Voi = bue
  • Voscenzia = onore
  • Vozzica = marchiongegno utilizzato per sollevare le statue dei "Santi" su di un Altare o su un fercolo - altalena
  • Vugghiri = bollire
  • Vugghiutu = bollito
  • Vuredda = budelle - intestino
  • Vurpi = Volpe
  • Vurpi tappinara = ragazza piuttosto giovane che si atteggia a prostituta
  • Vuscari rinari = guadagnare soldi
  • Vuscari lignati = ricevere botte
  • Vuscarisi u pani = lavorare e guadagnare in maniera onesta
  • Vutarisi = voltarsi (anche esporsi verbalmente in una certa maniera)

Torna su

Lettera Z
  • 'Za = zia
  • Zambirru = persona zoticona
  • Zammarra = fibra proveniente dalle foglie d'Agave con cui si fanno i sacchi - iuta
  • Zanniari = vagabondare - passeggiare di qua e di là
  • Zannu = zingaro
  • Zappaturi = zappatore - persona molto rozza
  • Zappeddu = pala per chiudere un solco d'acqua
  • Zappetta = zappa
  • Zappuni = zappone
  • (Fari a ) Zazza = scroccare denaro senza poi pagare il debito
  • Zazzera = frangetta
  • Zicca = zecca
  • Ziccusu = persona molto fastidiosa
  • Zinzuli = frutti del giaggiolo
  • Zita = fidanzata
  • Zitagghiu = fidanzamento
  • Zoccu = pronome che significa pressappoco "chi" "che" "quello" "e"
  • Zotta = frustino dei cavallerizzi
  • 'Zu = zio
  • Zuccariusu = frutto particolarmente dolce
  • Zuddarusu = sporo di terra - persona sporca
  • Zuttiari = far schioccare la frusta
  • 'Zzaurdu - 'Zzavurdu = il classico zoticone siciliano


Articolo tratto da: Itinerari turistici in Provincia di Siracusa - http://itinerariprovsr.altervista.org/
URL di riferimento: http://itinerariprovsr.altervista.org/index.php?mod=27_Il_Dialetto/06_Piccolo_vocabolario